La cultura della pelle

La pelle è SOSTANZA

Le Tipologie 
Nella maggior parte dei casi, la pelle, si ottiene da animali allevati a scopi alimentari per lo più bovini, ovini, caprini, suini. La definizione “pelle” è relativa alla materia prima grezza, tutto quello che viene trasformato dalla stessa prende il nome di “cuoio”. Può variare di spessore e densità in relazione alla specie, all’età, al clima, all’alimentazione e allo stato di salute dell’animale. 

La Struttura della pelle 
La pelle è costituita da 2 strati principali: l’epidermide e il derma. L’epidermide è la parte più sottile e superficiale che, in fase di concia, fatta eccezione per la pellicceria, viene sempre eliminata. La parte della pelle che verrà conciata e costituirà il cuoio viene detta derma ed è costituito essenzialmente dal collagene che appare come un intreccio di fibre. Intreccio tanto più compatto nel lato esterno detto del fiore e meno serrato nel lato interno detto carne. A sua volta il Derma è composto da due strati: uno più superficiale detto appunto “FIORE” ed uno più profondo detto “CROSTA”. 

Le Proprietà 
Una delle caratteristiche principali della pelle è la sua duttilità, una delle chiavi del suo successo nel campo della moda. Si presta a svariate lavorazioni e può assumere diverse consistenze, spessori e finiture. La pelle si contraddistingue inoltre per le sue caratteristiche di resistenza (all’abrasione e al vento) e soprattutto igieniche. Si dice, infatti, che la pelle “respira” in quanto si lascia attraversare dal vapore acqueo emanato dal corpo umano. Inoltre la particolare struttura della pelle, fa sì che abbia anche proprietà termoisolanti. 

I Tentativi di Imitazione 
Per questi motivi, oltre che per gli aspetti estetici e di piacevole sensazione tattile che i prodotti in pelle danno, numerosi sono stati e sono ancora i tentativi di produrre materiali alternativi che imitano il cuoio. I materiali prodotti, se talvolta si presentano molto simili al cuoio dal punto di vista visivo, dall’altro non possiedono le altre caratteristiche funzionali e di comportamento che sono dovute alla struttura particolare e non imitabile della vera pelle. 

La pelle è MATERIALE SENSORIALE

Il Tatto 
Il “tatto” rende immediatamente evidente che si tratta di un materiale organico, vivo, trasmette calore al contrario delle superfici fredde sintetiche. 

Il Profumo 
Il “profumo del cuoio” è una delle caratteristiche tipiche della pelle. 

L’Aspetto 
La percezione di una superfice naturale, compatta, rifinita e preziosa che trasferisce al contempo resistenza, esclusività e permeabilità. 

La pelle è MATERIA CREATIVA

Colori
Le moderne tecniche di concia permettono di ottenere qualsiasi nuance di colore con incredibili effetti di profondità

La pelle è MATERIALE TATTILE

Superfici
L’inconfondibile struttura a pori tipica della pelle può essere resa con vari livelli di intensità,dalle superfici  compattissime ed omogenee degli abrasivati, alle più strutturate dei bottalati. 

La pelle è MATERIA TRASFORMABILE

Texture
La pelle può anche essere un’ottima base per delle lavorazioni ad incisione, stampa, taglio, arricchendosi così di pattern grafici o di effetti3D. 

La pelle è MATERIA PLASMABILE

Finiture
Le possibilità nella rifinizione vanno dagli extra lucidi (vernici) ai super opachi fino ai nubuck. 

La pelle è MATERIA VIVA

In Evoluzione 
La pelle assorbe le tracce del nostro vissuto. Invecchia, ma non si rovina. Sono proprio i cambiamenti e le personalizzazioni che avvengono col tempo e con l’uso a testimoniare la naturalezza del prodotto. 

Personale 
Nessuna pelle è uguale all’altra. Le sue caratteristiche dipendono dalla specie animale e dalla sua vita (come per ognuno di noi). Questo fa sì che le sue interpretazioni in forme e design, vengano arricchite dalla varietà e dalla personalità della materia: un fascino particolare e sottile che passa al prodotto finito e a chi lo indossa. 

Storyteller 
Il prodotto tende a trasformarsi a seconda dell’utilizzo che ne viene fatto, a mostrare la sua parte migliore. Scegliere un prodotto realizzato con questo materiale, significa possedere un articolo che è l’espressione di una filosofia, di uno stile di vita, che è unico e irripetibile. Un pezzo unico. 

La pelle è UNICA E RICONOSCIBILE

Il Fiore 
Superficie a pori che caratterizza il fiore, ovvero la superficie esterna, caratteristica inconfondibile della pelle. 

Il Profumo della pelle 
Profumo deciso e caratteristico che contraddistingue i prodotti in pelle. 

La Mano 
L’approccio tattile al materiale è fondamentale per saggiarne consistenza, elasticità e finitura superficiale. Caratteristiche che la vera pelle riesce ad esaltare. 

Le Fibre 
Il taglio del materiale permette di verificarne la struttura a fibre intrecciate propria della pelle. Prova inconfutabile perché non imitabile. 

La Certificazione 
Ogni borsa Cromia presenta all’interno l’etichetta con la dicitura “Genuine Leather”. La presenza di questo marchio garantisce il consumatore che si tratta di vera pelle, che non contiene composti tossici o nocivi, che ha caratteristiche e prestazioni adeguate alla produzione dell’articolo su cui è apposto e che si tratta di pelle prodotta in Italia. La certificazione è garanzia di valore e qualità e attesta le seguenti caratteristiche: 

  • La pelle è un materiale “vivo”. Naturale.
  • Ogni pelle è diversa dall’altra. Ogni pelle è un pezzo unico. 

Caratteristiche uniche, utili e preziose: 

  • Flessibilità 
  • Resistenza agli sforzi meccanici 
  • Capacità di adattamento a varie forme 
  • Capacità di assorbire il sudore e cedere l’umidità (la famosa traspirabilità, ossia la pelle e il cuoio respirano) 
  • Protezione dal caldo e dal freddo, dovuta all’aria racchiusa negli spazi vuoti tra le fibre. 
CONDIVIDI
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.